In questa sezione, in attesa della realizzazione di “Casa Moscati”, vi illustriamo il progetto del museo che ha come protagonista il medico Santo vissuto nella nostra comunità.

COME NASCE IL PROGETTO

Restituire San Giuseppe Moscati all’Irpinia e l’Irpinia al Medico Santo: un desiderio che durava da anni e che ha incontrato provvidenzialmente un’opportunità imperdibile. Il progetto è quello di trasformare una porzione del Palazzo Moscati presente nel centro storico di Santa Lucia di Serino (AV) in Museo che custodisca la memoria storica della famiglia del Santo, delle sue origini, della sua grande passione per Serino e per la nostra terra. La Parrocchia di Santa Lucia di Serino si è impegnata nell’acquisto di questo appartamento perché il sogno delle generazioni che ci hanno trasmesso l’amore per Peppiniello diventi finalmente una realtà e una risorsa per tutto il territorio. Con l’approvazione del Vescovo diocesano, con i primi aiuti economici arrivati dall’Associazione San Giuseppe Moscati-Serino, con le offerte dei fedeli che hanno sposato il progetto, abbiamo soltanto iniziato ad abbozzare il futuro.

IL PALAZZO MOSCATI

Confinante con il Monastero delle Clarisse, il cinquecentesco Palazzo Moscati (già Chiarella) fu acquistato nel 1653 da Domenico Moscati per la famiglia. Qui nacque il 12 ottobre 1836 Francesco Moscati, padre del santo. Francesco, già magistrato, conduceva in villeggiatura a Santa Lucia di Serino, ogni anno, la sua famiglia: rivive le memorie dell’infanzia e della gioventù, rinsalda i rapporti con amici e parenti e, grazie alla presenza del cugino sacerdote Don Carmelo, può dedicare maggior tempo alla sua vita spirituale. Presso la cappella gentilizia dedicata alla Madonna del Carmine, Francesco Moscati con tutta la famiglia partecipa all’Eucaristia ogni giorno. Il legame con Santa Lucia di Serino e particolarmente con la casa delle origini, è ereditato, fra tutti, specialmente dal giovane Giuseppe. Trascorrendo le vacanze estive, compone poesie piene di sensibile slancio. Diventato medico, immerso nel silenzio degli alberi e dei fiori, mentre coltiva la vita di preghiera e di studio, da questo Palazzo corre immancabilmente al capezzale di tanti che avevano bisogno delle sue cure.

UNO SGUARDO AL FUTURO

La volontà di trasformare l’appartamento in un Museo, luogo di culto e di memoria, va incontro ad operazioni onerose che richiamano la coscienza comunitaria. Dopo aver acquistato l’appartamento, sono in corso le opere di restauro, altro momento fondamentale sarà recuperare, insieme alla mobilia dell’epoca e ad alcuni oggetti appartenuti al santo già presenti, le tante immagini devozionali di San Giuseppe Moscati (stampe dell’epoca, dipinti su tela) per creare la sala della devozione popolare in cui raccontare ai pellegrini, con gli oggetti raccolti, l’amore dei luciani e degli irpini in generale verso il santo concittadino. L’ appartamento dispone anche di una porzione del famoso giardino in cui il Moscati amava trascorrere i suoi tempi di preghiera e di riflessione. Ne sorgerà il «Roseto di San Giuseppe Moscati», con una statua-monumento che racconti ai visitatori il legame del santo con il nostro verde e affascinante territorio. Questo e tutto quanto il Signore ci ispirerà è un progetto di partenza che apre le nostre strette “frontiere” a molte speranze, legate a molti devoti del Medico Santo che ameranno riscoprire in questo luogo le origini della famiglia Moscati.

DOVE SORGERA’ IL MUSEO

COME SOSTENERE IL PROGETTO

Questa è un’opera pastorale, sviluppata ascoltando i desideri di molti e resa possibile grazie alla mano di Dio. È la Parrocchia a farsi carico, tuttavia, di una spesa materialmente insostenibile. CASA MOSCATI deve essere percepita dalla collettività come un bene prezioso e comune che richiede l’aiuto e il contributo di tutti. Le prospettive di collaborazione sono essenzialmente due: la prima è quella di divulgare quanto più possibile la pubblicità di questo progetto attraverso ogni mezzo a disposizione e facendosi tutti, ovunque, promotori di beneficenza. CASA MOSCATI è di tutti e tutti sono moralmente legati a promuovere questa iniziativa. Il secondo modo di mettersi a servizio di CASA MOSCATI è la partecipazione economica. Ogni contributo versato sul c/c postale riportato di seguito, rende l’offerente iscritto nel Registro dei Benefattori, permettendo alla Parrocchia di omaggiare ciascuno con il diploma di ringraziamento e con una copia di SANTITÀ NOSTRA, cortometraggio su Giuseppe Moscati e il suo legame con la nostra terra, recentemente presentato a livello nazionale su TV2000. Il futuro che abbiamo iniziato a scrivere insieme prevede per il Museo-Casa Moscati la sala dei Benefattori, dove la menzione dei nomi di tutti sarà un modo per affidare all’intercessione incessante del Medico Santo le preghiere e le intenzioni di ciascuno. Rallegratevi -dice il Signore- i vostri nomi sono scritti nei cieli!

COORDINATE PER IL VERSAMENTO SUL C/C POSTALE IBAN: IT08P0760115100000019289404

CONTO CORRENTE: 19289404

INTESTATO A: PARROCCHIA SS. APOSTOLI PIETRO E PAOLO – SANTA LUCIA DI SERINO (AV)

CAUSALE: CASA MOSCATI

Per restare aggiornato, seguici sulla nostra pagina Facebook “Parrocchia Santa Lucia di Serino”.

Piazza Dante, 2

83020, Santa Lucia di Serino

Avellino, Italy

Follow us on:​

Parrocchia Santa Lucia di Serino © 2019. All Rights Reserved.